Si deve addirittura tornare indietro agli ultimi mesi del 1956 quando, un piccolo gruppo di giovani capi del Gruppo ASCI Roma 80, con sede presso S. Maria delle Fornaci, risale la via Aurelia e decide di promuovere lo scautismo nella nuova parrocchia, San Pio V fondata solo 5 anni prima. Nasce così il primo insediamento scaut nella periferia ovest di Roma. Nel 1960/61 il numero sempre crescente di ragazzi, darà vita al Riparto Matador e con esso al Gruppo Scout Roma 19 dal quale, nel 1967/68 nasceranno le prime due unità nella parrocchia di S. Giuseppe all’Aurelio, il Branco Seeonee ed il Riparto Mafeking, sempre inquadrate nei ranghi del Roma 19.

Nel 1974/75, dalla fusione dell’ASCI e dell’AGI, nasce l’AGESCI con una conseguente nuova numerazione dei gruppi che trasformerà il Roma 19 nel Roma 129. Nel 1977/78 nasce a S. Giuseppe il Reparto femminile Wampaje che affiancherà il Mafeking. Nel 1979/80 dal Branco maschile prenderà vita il Branco misto che accoglie anche delle bambine, le nostre prime lupette; nello stesso anno si darà vita al primo nucleo di Rover e Scolte di S. Giuseppe con la nascita del noviziato. E’ il preludio alla piena autonomia del nuovo Gruppo che l’anno successivo nascerà con il nome di Roma 139.

Ha inizio così la “nostra storia”…………… e di strada, da allora, ne abbiamo fatta!